I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per informazioni leggi la Cookie Policy
 > Notizie > Trixie news
07.02.2022
Scatole in carta erba: verso un packaging più sostenibile
Secondo una recente indagine svolta dalla società di ricerca NielsenIQ per Quality Award, i consumatori sono disposti a spendere un sovrapprezzo del 4,9% per Food con packaging eco-sostenibili.

Scatole in carta erba: verso un packaging più sostenibile

Parallelamente alla crescente richiesta di prodotti eco-friendly, si sta assistendo ad un aumento dell’attenzione del consumatore verso tutto ciò che avvolge il prodotto stesso. La sostenibilità del packaging è infatti uno dei fattori principali che incide al momento dell’acquisto, al pari di aspetti come le scelte etiche del produttore e la sostenibilità delle materie prime.

La capacità di offrire prodotti con imballaggi a basso impatto ambientale diventa un valore ricercato dal consumatore, tanto che è disposto a spendere un sovrapprezzo del 4,9% per Food con packaging eco-sostenibili. Non solo, l’indagine svolta da NielsenIQ per Quality Award, evidenzia inoltre che il 63% dei consumatori giudica una scelta corretta tassare maggiormente le aziende che utilizzano plastica per gli imballaggi di generi alimentari.

La crescente sensibilità nei confronti del benessere del pianeta è diventata negli ultimi anni un aspetto chiave anche nelle scelte di acquisto riguardanti i propri animali domestici. E se i prodotti in sé sono già nell’onda della sostenibilità, l’attenzione si sta orientando sempre di più anche verso la produzione di imballaggi green. 

Anche Trixie si sta impegnando in questo versante: le scatole da esposizione (90914) sono tutte realizzate in carta erba, materiale innovativo e altamente sostenibile, grazie al 40-50% di erba essiccata contenuta nella sua composizione. L’uso della fibra d’erba permette infatti di salvaguardare le foreste, oltre a consentire un risparmio di circa 6000 litri di acqua in fase di lavorazione per ogni tonnellata prodotta.