I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per informazioni leggi la Cookie Policy
 > Pet-World > Buono a sapersi
Le regole per le passeggiate nel bosco
Cani al guinzaglio o liberi? I proprietari devono essere a conoscenza che ci sono alcune regole da rispettare.

Cani senza il guinzaglio: quando le passeggiate nel bosco sono un vero piacere

Alberi, arbusti, prati, stagni e ruscelli: la campagna è molto indicata per passeggiare all’aria aperta. Ma quali sono i luoghi dove i cani devono essere tenuti al guinzaglio? E quali sono le regole da rispettare?

La grande parte dei Paesi permette di passeggiare senza guinzaglio, ma ci sono delle restrizioni da rispettare. Le limitazioni sono per esempio la stagione dell’accoppiamento, i luoghi di caccia e le aree con divieto di accesso permanente. I proprietari devono procurarsi questo tipo di informazioni dai Comuni.

E’ importante che il cane stia sempre vicino ai proprietari durante le passeggiate senza guinzaglio. Deve anche obbedire ai comandi come il vieni, il giù o il seduto. Le lunghine sono consigliate per i cani con forte istinto alla caccia. Daranno ai cani più libertà, ma allo stesso tempo li terranno sotto controllo.

I cani devono essere tenuti sotto controllo anche per un’altra ragione. Chi ama fare jogging, trekking e passeggiare non vuole essere disturbato in genere.

I cani amano godersi la libertà. Scoprono sempre cose nuove ovunque vanno. Bacche, piante e funghi possono però essere un pericolo. I cani devono perciò essere addestrati a non mangiare le cose che trovano nei luoghi aperti.

Fonte: IVH (Industrial Association of Pet Care Producers)