I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per informazioni leggi la Cookie Policy
 > Pet-World > Buono a sapersi
Raggi infrarossi per i rettili
Rettili e anfibi hanno bisogno di sorgenti di calore per riuscire a regolare il ciclo delle loro attività vitali.

Effetti ed efficacia dei raggi infrarossi sui rettili

Rettili e anfibi sono animali ectotermi, ovvero animali la cui temperatura dipende principalmente da quella dell’ambiente che li circonda e dalla forza dei raggi infrarossi emessi dal sole. 

In natura, rettili e anfibi adottano comportamenti che li aiutano a regolare la propria temperatura corporea, come ad esempio spostarsi sotto la luce diretta del sole oppure fermarsi su rocce calde. 
L’innalzarsi della temperatura è necessario per poter compiere determinate azioni, come la ricerca di cibo e il processo digestivo. 

Dato che una continua esposizione a una temperatura elevata porta inevitabilmente a un maggior dispendio di energia, dopo un certo periodo si rintanano in grotte o nelle fessure delle rocce per far scendere la propria temperatura corporea. Questa capacità innata di cambiare e regolare la temperatura del proprio corpo prende il nome di pecilotermia.  

Per favorire e assecondare i naturali bisogni dei rettili e degli anfibi, è opportuno installare nel terrario, una sorgente di calore, come ad esempio una lampada alogena riscaldante, in modo tale da ricreare il loro ciclo di attività vitali.
La potenza elettrica della lampada dovrebbe essere sufficiente per riprodurre una temperatura simile a quella solare del loro habitat naturale. E’ altrettanto necessario dotare il terrario di un area più
“fredda” che permetta loro di abbassare la temperatura corporea,
per esempio una grotta o un punto in cui nascondersi sotto le foglie.